1964/1990
Fausta Squatriti editore d'arte / Fausta Squatriti  art publisher

Nel 1964 Fausta Squatriti inizia, in collaborazione con Sergio Tosi che darà il nome alla loro attività editoriale, la sua ricerca attorno al mondo della grafica e delle edizioni numerate, contribuendo alla creazione di un genere allora del tutto nuovo, quello dei "multipli" e dei "libri d'artista" che tanto successo ebbero nel mondo a partire da quegli anni.

Le soluzioni tecniche adottate per realizzare libri e multipli con Man Ray, Max Ernst, Fontana, Manzù, Matta, Gio Pomodoro, Baj, Alviani, Marotta, Pascali, Nevelson, Twombly, Bury, Raysse, Hamilton, Tilson, Jean Tinguely, Niki de Saint-Phalle e tanti altri, si intrecciano con quelle ricercate e impiegate per le sculture di Squatriti, in una proficua sinergia creativa.

La collaborazione con Tosi finisce nel 1975, e nel 1980 Squatriti riprende a proprio nome la pubblicazione di edizioni numerate e multipli, lavorando con Man Ray, Michel Seuphor, Pavel Mansouroff,  Anni Albers. Questi due ultimi vengono anche inclusi nel portfolio EXACTA, inizialmente creato in collaborazione con Getulio Alviani, nel quale sono raccolte 54 grafiche dei maestri della ricerca astratta geometrica internazionale. Ci vorranno quasi dieci anni per portare a compimento questa edizione, che rimane la più importante di Fausta Squatriti. Allo stesso tempo l'interesse per la poesia la induce a creare MARBLE MEMO I quaderni di Vacciago, una collana di testi poetici da lei tradotti dall'inglese e dal francese in collaborazione con Lina Angioletti, con una grafica originale di un artista che si accosta al testo.

Dal 1967 Squatriti ha inoltre ideato e curato la realizzazione di moltissimi cataloghi, libri e manifesti che Alexander Iolas produceva per le mostre nelle sue gallerie di New York, Parigi, Ginevra, Milano, negli anni '70 estese anche a Madrid, Atene, Torino. Enorme successo ebbe in particolare il manifesto di Man Ray Pechage, diffuso nei tanti negozi di poster che andavano di moda in quegli anni.

In 1964 Fausta Squatriti, together with Sergio Tosi, who gave his name to their publishing activities, began to explore the world of graphic art and numbered editions, thus contributing to the creation of a genre of  ‘multiples’ and ‘artists’ books’, which was completely new at the time and went on to become a worldwide success.

The technical solutions adopted to create books and multiples with Man Ray, Max Ernst, Fontana, Manzù, Matta, Gio Pomodoro, Baj, Alviani, Marotta, Pascali, Nevelson, Twombly, Bury, Raysse, Hamilton, Tilson, Jean Tinguely, Niki de Saint-Phalle and many others, were interwoven in a fruitful creative synergy with those that Squatriti sought and used for herown sculptures.

The collaboration with Tosi ended in 1975, and in 1980 Squatriti published limited editions and multiples under her own name, working with Man Ray, Michel Seuphor, Pavel Mansouroff and Anni Albers. Mansouroff and Albers were also included in the portfolio EXACTA, initially created in collaboration with Getulio Alviani. EXACTA was a collection of 54 graphic artworks by the leading artists of international geometric abstraction. It took almost ten years to produce and was Fausta Squatriti’s most important edition.

At the same time, her interest in poetry led her to create MARBLE MEMO - I quaderni di Vacciago, a series of poetry collections she translated with Lina Angioletti from English and French. An artist’s original graphic work accompanied each text. From 1967 on, Squatriti also designed and supervised the creation of many catalogues, books and posters that Alexander Iolas produced in the 1970s for exhibitions in his galleries in New York, Paris, Geneva and Milan, and later also Madrid, Athens and Turin.

In particular, the poster Pechage by Man Ray was a huge success and was widely available in the many poster shops that were fashionable in those years.

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now